Il caffè verde è dimagrante

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il caffè verde è dimagrante

Da tempo ho sempre utilizzato il thè verde per aiutare il metabolismo, ritenzione ed associarlo alla dieta, ma negli ultimi mesi la mia dottoressa mi ha consigliato di evitarne l’assunzione in quanto non interagiva bene con i farmaci anticoagulanti che prendevo.

Pertanto l’ho eliminato ma rendendomi conto della differenza. Dopo un poco di tempo ho sentito parlare del caffè verde presentato in estratti o miscela. Quindi sono andata sul web per recepire alcune informazioni generiche sul suo supporto, aiuto ed efficacia.

E’ completamente diverso da quello classico e tostato, anche se è presente sempre la caffeina in proporzione minore, comunque non ha subìto alcun processo di torrefazione al confronto.

 E’ proprio la caffeina ad essere l’elemento principale che dovrebbe far dimagrire e aiutare la ritenzione idrica, io ne bevo tanto di caffè normale, ma perché non ho avuto questi sintomi?

Il dubbio è semplice, ho letto che, cito testualmente :” La forma chimica e complessa della caffeina contenuta nel caffè verde crudo ne riduce i tempi di assorbimento, dilazionandone la concentrazione ematica in maniera progressiva; ciò significa che, contrariamente al caffè torrefatto – il cui contenuto in caffeina dopo l’ingestione viene assorbito entro 30-40′ minuti, al seguito dei quali comincia la relativa metabolizzazione epatica e lo smaltimento renale – il caffè verde crudo consente un ingresso in circolo più moderato della caffeina MA anche una maggior emivita della stessa. L’emivita è un parametro che indica il tempo richiesto per ridurre del 50% la quantità di un farmaco nel plasma o nel siero (nel sangue)”
Normalmente la bevanda tradizionale porta ad avere determinati effetti collaterali come ipertensione, insonnia, colite, invece il caffè verde no.
Quindi in poche parole le sue proprietà benefiche sono sia per la salute che per la perdita del peso:riduce l’assorbimento dei grassi, aumenta il metabolismo accelerando la riduzione del grasso , abbassa la pressione neutralizzando i radicali liberi dannosi, riequilibra la glicemia.
Naturalmente come supporto ad una dieta deve essere accompagnato da una alimentazione controllata e movimento, solo non serve a niente.
Venuta a conoscenza di tutto ciò, prima di fare fesserie e iniziare l’assunzione senza un chiarimento medico, ho chiesto alla mia ematologa, la quale non mi ha dato controindicazioni particolari, affermando che sarebbe stato sufficiente consumarlo in maniera moderata , soprattutto in quantità costanti nel tempo e inoltre di cercare di non bere troppo caffè classico tostato se avessi voluto procedere all’assunzione di quello verde.
A me andava bene e quindi sono uscita per comprare quello che mi serviva.
Ho trovato in commercio su consiglio il Futurebiotics Estratto di Caffè Verde

Ogni capsula ha non più di 16 mg di caffeina in natura, l’assunzione predisposta è di una prima del pasto principale, quindi nel mio caso ne ho prese tre al giorno, pertanto il barattolo pagato quasi 40 Euro mi è durato un solo mese.

Devo essere sincera durante quel periodo, fra dieta jogging e queste capsule ho perso in due mesi kg 12: notavo la differenza, la perdita era molto più veloce, dopo i primi giorni avevo anche regolarità all’intestino e soprattutto drenavo molto. Come se mi avesse fatto anche da spezza fame , questo perchè l’estratto di caffè verde supporta il controllo del glucosio e mi sentivo inoltre vigile e attenta, quindi credo che abbia avuto dei risultati anche nella memoria, effettivamente la caffeina serva anche a questo.
Queste capsule non contengono lievito aggiunto, zucchero, sale, amido, soia, glutine, latte, coloranti artificiali, conservanti o prodotti animali.

In sostanza ho avuto ottimi risultati in materia salutare, meno per il portafoglio.
Infatti mi sono resa conto che intorno a questi benefici del caffè verde si sono alzati dei polveroni mediatici in termini di marketing e gli estratti costano un occhio della testa!
Allora ho trovato la soluzione alternativa: compro direttamente dal negozio dove lo tostano, prendo ad etti la miscela che faccio bollire come una tisana o nella macchinetta del caffè: stesso risultato, non ho visto nulla di differente, l’unica cosa è che ora pago Euro 2,50 un etto e sento anche il sapore piacevole, cosa che non accadeva con le capsule: quindi……..


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.