Glysolid Barriera Salvalabbra

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Glysolid Barriera Salvalabbra

Personalmente ho un problema di secchezza alle labbra, non troppo evidente in quanto non si creano tagli agli angoli o screpolature. Ma forse perchè applico in continuazione un velo di stick ammorbidente e protettivo , quindi prevengo eventuali danni maggiori.


Ho sempre utilizzato un brand famoso, ma negli ultimi mesi ho iniziato ad avere coscienza e conoscenza riguardo a qualità degli ingredienti e sto ancora cercando quello perfetto. In quanto oltre ad essere delicato, idratante, un poco bio, devo percepire queste sensazioni a lungo termine e non stare sempre lì a spalmare sulle labbra.
Ho visto gli stick di Glysolid Barriera Salvalabbra ad Euro 1,00 su un blister vicino al banco di un market.
Cosa promette:previene le screpolature delle labbra creando una barriera contro le aggressioni esterne, previene le irritazioni e arrossamenti restituendo naturale elasticità e morbidezza. Questo perchè contiene 3% di Glicerina, vitamina E, cera d’api e burro di karitè.
Il formato è il classico, uguale a quello della foto, il prodotto è bianco, si percepisce un leggero sentore della cera d’api, non troppo forte. Spalmandolo sulle labbra non si avverte un sapore strano o sgradevole, anzi senti l’immediata morbidezza e idratazione che dura anche per un bel pò.
Scade 12 mesi dall’apertura.
Lo avevo utilizzato in passato ma poi abbandonato perchè ho ricordato immediatamente una cosa: a lungo andare ha seccato terribilmente le labbra … e naturalmente più le labbra erano secche più lo spalmavo.  Avevo rimosso questi ricordi, riesumati nel momento in cui ho sentito la morbidezza. Infatti ho pensato”Strano ma questo l’ho già usato, ma ricordo che dopo un poco di tempo mi ha creato problemi”.
Allora ho spalancato questa volta gli occhi e mi è venuto un flash: leggendo gli ingredienti sono rimasta inorridita perchè al primo posto ho visto il solito orrendo nemico: paraffinum liquidum.
Ecco perchè in passato ho avuto quelle conseguenze.
Ho sbagliato l’acquisto, anche perchè gli ingredienti erano scritti sul cartoncino del packaging e avrei dovuto leggere invece andavo di fretta e la mia memoria non ha ricordato subito l’esperienza del passato.

Conclusione: evitate


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.