Franck Provost Linea Expert

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Franck Provost Linea Expert

Franck Provost Linea Expert

Ho visto Franck Provost Linea Expert in sconto a circa Euro 3,80, contro il prezzo pieno di oltre Euro 6,00 per una bottiglia di 750 ml. Non lo avevo mai provato, ma “la professionalità di Frank Provost, Grand Coiffeur de Paris” la cui immagine ci ha bombardato e continua a farlo nelle reti nazionali, il prezzo e la quantità mi hanno provato a comprare due prodotti della linea, che mi sarebbero serviti per uso giornaliero.

La linea completa offre vari tipologie indicate per tutte le necessità dei nostri capelli:ma io ho acquistato shampoo e balsamo “expert nutrition” per capelli sciupati, adeguati al mio bisogno del periodo; vi sono inoltre per le difficili lisciature, capelli colorati, fragili…ogni bottiglia si differenzia dall’altra solo nella descrizione ed una fascia colorata al centro .
Ora sono qui a recensire quello provato dopo un utilizzo di qualche settimana, la mia unica parole è : orrendo!

Nello specifico, la linea acquistata contiene burro di Karitè, che promette nutrizione..aspettate lo shampoo promette, il burro di karitè dovrebbe…ma dobbiamo vedere la percentuale presente e l’accoppiamento anche con le schifezze.
Appena provato, sinceramente la fragranza è molto piacevole, simile al profumo dei capelli dopo la messa in piega dal parrucchiere, ma tale odore con l’asciugatura…poof..scompare e i capelli sono completamente inodori.
Il colore del prodotto vero e proprio è rosa pallido, la texture quasi cremosa, fa una buona schiuma che permette di pulire per bene(anche se troppa schiuma è sinonimo di schifezze).
Il balsamo della stessa linea è bianco, molto profumato sul dolciastro, assomiglia al burro di karitè miscelato al cocco, ma la persistenza è pessima, il pettine non scivola bene quindi azione districante nulla.
Sembra che stai impastando i capelli con acqua e farina, anche perchè il risciacquo deve essere abbondante e anche la bolletta dell’acqua a questo punto.
Visto che la linea è specifica per i capelli secchi, li ho utilizzati ,accoppiandoli, solo nelle lunghezze, cercando di toccare lievemente la radice, diluendoli con l’acqua .
E’ stata un ‘esperienza orrenda , ma l’ho capito molto tempo dopo..in quanto durante questo periodo non ho mai asciugato i capelli con il phon, lo ho sempre lasciati al vento per il caldo afoso, non li ho trattati come si deve…Certo ogni volta che lo utilizzavo avevo sempre dei dubbi, non mi convinceva, anche perchè iniziavo a percepire sempre prurito in testa.
A un mese di utilizzo, dovevo andare ad una cerimonia, pertanto dopo il lavaggio sono passata all’asciugatura con spazzola e phon: i capelli che sembravano fossero di ferro filato, gommosi, come li posizionavi rimanevano, sembrava avessi messo il gel, al tatto sporchi appiccicosi, spenti, sfibrati..mi sono spaventata..ho dovuto mettere alcune gocce particolari per dare un poco di lucentezza.
Mi avevano bruciato e rovinati i capelli. Ho provato a non lavarli per 7 giorni come mi disse il parrucchiere ma non è servito a niente…erano morti, potevo indossare il vestito grigio topo per richiamare il brand e commettere un omicidio.
Il mio parrucchiere quando me li ha visti ha detto: ” Ma cosa hai combinato?” naturalmente in mezzo c’era una parolaccia.
Il rimedio? Un bel taglio netto per accorciarli e sfoltirli: sono rinati.
Vorrei dire una grossa parolaccia al grande Provost.

La fine dello shampoo e balsamo: per l’auto anche se ho avuto paura di rovinare la carrozzeria…questo non è successo!
Il resto della linea Shampoo: lasciamo stare! Tutto mediocre, ma rispetto il creatore: è proprio coraggioso a offrire i suoi prodotti professionali..rischiando di perdere la faccia.

INCI: Aqua/water, sodium laureth sulfate, coco-betaine, sodium chloride, glycol distearate, CI17200/red33, cocamide MEA, caramel, carbomer, sodium benzoate, sodium methylparaben, salycilic acid, sodium hydroxide, coumarin, limonene, guar hydroxypropyltrimonium chloride, citric acid, hexilene glycol, ethylparaben, Butyruspermium parkii butter/shea butter, parfum

sono assenti siliconi, ma tutto mi fa paura.


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.