Dieta del Dna o del Gruppo Sanguigno

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Immagine

Dieta del Dna o del Gruppo Sanguigno

A volte ho sentito parlare della dieta del Dna, ma considerandola una bufala di altri tempi, la mia mente non ha memorizzato le informazioni.

Ma qualche giorno fa ho letto nuovamente questa notizia su una rivista specializzata, quindi la mia curiosità si è fatta viva!

Si tratta di un piano alimentare totalmente personalizzato in base al DNA del soggetto. Proprio per questo si chiama dieta genetica, altamente personalizzata sul Dna della persona!

La dieta prevede l’analisi di un campione di saliva prelevato attraverso kit appositi .

Un team di nutrizionisti, genetisti e psicologi , dopo averlo analizzato,  vi fornirà tutte le indicazioni necessarie per seguire la dieta nel migliore dei modi .

Il prezzo è alto parliamo dalle 300 € in su, considerando che un test genetico è molto costoso.

Ma girovagando sul web ho scoperto anche che esiste La dieta del Gruppo sanguigno.

Immagine

E’ sufficiente conoscere il proprio gruppo sanguigno e seguire le indicazioni, cercando di limitare il più possibile quei cibi che sembrano nuocere alla vostra salute.

La verità ho fatto una piccola prova di un paio di settimane e credo che questa funzioni. Mi sono sentita più leggera, meno affaticata.

Ma procediamo con gradi.

Esistono quattro gruppi sanguigni : tipo A, tipo B, tipo AB e tipo 0.

Il gruppo 0

Quello più antico, degli uomini primitivi che da carnivori diventano onnivori. Quindi l’organismo ,essendo particolarmente adeguato ad ingerire proteine animali, le indicazioni sono le seguenti : limitare il consumo di  cereali,  pane,   legumi, latticini.  Attenzione al glutine.

Mangiare carni rosse e pesce, olio di oliva insieme all’olio di  semi di lino. .

Tra gli ortaggi si a : cavolo verde, verza, lattuga romana, broccoli, spinaci,  cipolla, aglio, carciofo, prezzemolo.

Da evitare: mais, cavolini di Bruxelles, olive, patate, funghi, cavolo rosso e cavolo bianco.

Vanno bene  prugne secche e fresche, insieme ai fichi, mentre da evitare sono le arance, mandarini e fragole .

Evitare il caffè anche quello decaffeinato, le bibite frizzanti, i liquori e il tè nero.

Masticare lentamente.

 Immagine

Gruppo A

Nasce dopo, quando l’uomo inizia a coltivare i cereali e diventa in un certo senso agricoltore. Quindi cambia l’apparato digestivo ed immunitario.

Le persone di tipo A si sentono meglio seguendo una dieta vegetariana, soprattutto a base di cereali.

Eliminare completamente tutti i tipi di carne dalla dieta e mangiare pesce..

Limitare formaggi e uova. Gli ortaggi sono di vitale importanza ad eccezione dei peperoni, olive, patate, cavoli e funghi coltivati.

Si a caffè normale e al tè verde, vino rosso. La frutta va tutta bene tranne le arance.

Molte erbe possono essere utili : biancospino, camomilla, biancospino, rosa canina, valeriana e zenzero.

Attività fisica regolare, tre volte a settimana.

 Gruppo B

Risale alle prime migrazioni fra i continenti, appartiene alle popolazioni nomade che si dedicavano alla pastorizia.

Non deve consumare granoturco, grano saraceno, lenticchie, frutta secca,  arachidi e semi di sesamo che influiscono negativamente sul metabolismo.

Evitare prodotti a base di  frumento e introdurre nella dieta  ortaggi verdi, carne, uova, latte ,  formaggi, pesce.

Moderare il consumo di pasta e riso. Sono benefici una grande quantità di ortaggi, specie quelli a foglia verde.

Da evitare i pomodori e le olive. Si a frutta e infuso di liquirizia, spezie piccanti e thè verde.

Riposare la notte e allenare la mente.

 

Gruppo AB

E’ nato fra l’incrocio del gruppo A e B, risale a poco più più di 1500 anni fa , quindi molto giovane .

Gli alimenti che favoriscono la perdita di peso sono: il tofu, pesce, latte e formaggi, ortaggi a  foglia verde, laminaria (alga) e ananas. L’olio di oliva è benefico. In genere tollerano bene i cereali, tranne il  frumento.

Le persone di tipo AB devono limitarsi a mangiare la pasta una o due volte la settimana, mentre il riso può essere consumato più liberamente. Tra la frutta sono da privilegiare uva, prugne e i frutti di bosco e l’ananas mentre le arance sono mal tollerate come le banane e i cachi.

Ottimo il vino rosso e anche una tazza o due di caffè al giorno .

Voi che gruppo avete?

Io mi sento un gruppo sanguigno 0, ma sono AB….

Immagine


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.