Aloe: un supporto di bellezza e benessere!

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Essendo una pianta grassa la classica coltivazione è in vaso con la terra, ma io conosco una cugina che ha un orto grandissimo, dedicato al 80% a tali piante, in quanto oltre ad utilizzarle per scopi privati terapeutici e di bellezza, le vende in vasi di pietra leccese nei mercatini. Quindi è assolutamente normale che anche io abbia qualche bella pianta abbastanza grande in entrambe le case che possiedo. Era piccola e man mano è cresciuta, anche perchè elimino le foglie della fine per utilizzarle ai miei scopi e quindi si è creato un tronco tipo palma.

Infatti io non le ho in appartamento ma in un angolo del giardino che prende la luce del sole in determinate ore, la crescita è molto celere ed ogni foglia, di colore verde-giallognolo, è talmente doppia che produce molto gel.

L’Aloe vera è un ottimo aiuto nel trattamento di patologie del sistema digestivo, incluso lo stomaco, l’intestino, il colon, il fegato, il pancreas ed i reni. Contiene come principi attivi il lupeol, acido salicilico, azoto ureico, cianamide, fenolo, zolfo, l’antrachinone sostanze antisettiche antimicrobiche,vitamine A-C-E e del tipo B,calcio, potassio,zinco, magnesio,rame,manganese,aminoacidi proteine e mucopolisaccaridi.

Sono talmente tanti i prodotti terapeutici e di bellezza che hanno questo principio attivo, ma l’unico problema è vedere la percentuale presente in essi.
Proprio per questo motivo la utilizzo in vari metodi e vari usi che andrò a descrivervi.

 

I MIEI USI
Il gel di aloe è un portento per idratare, lisciare ammorbidire la pelle del viso, inoltre attenua piccoli segni dell’età come rughe, infatti la troviamo come base trattamenti antiage. Per quanto mi riguarda, al solito ogni settimana faccio una maschera abbondante di aloe, prendendo una quantità di gel molto alta, comprimendo la polpa trasparente, lo massaggio su tutto il viso, collo e decolletè, lasciando asciugare la sostanza sull’epidermide. sinceramente l’odore è un poco nauseante e la sensazione appiccicosa è molto alta, ma il risultato finale è sorprendente.
Anche se dopo esser asciugata, non risulta assolutamente fastidiosa.
Di solito la maschera abbondante la applico quando ho un pomeriggio libero, da poterla tenere sul viso parecchie ore dopo la detersione: ti ritrovi la pelle molto compatta , levigata come se avessi fatto un lifting. Se avete tagliato un pezzetto di foglia in più, basta conservala nel frigo e riutilizzarla eliminando i lati che si sono scuriti.
Ultimamente, dopo aver preso un abbondante abbronzatura, le piccole rughe ai contorni occhi si sono rese più evidenti, pertanto ogni sera, dopo essermi struccata, applico una porzione di gel aloe sul punto .

Mi ha aiutato tantissimo nelle scottature solari , infatti a causa di un’intera giornata al mare mi sono bruciata gli spallini, sono riuscita ad avere un effetto ma rinfrescante con la sua applicazione.
Proprio per le proprietà anti infiammatorie, è ottima per qualsiasi scottatura, non solo quella dovuta dal sole, INOLTRE, quando ho avuto il dente gonfio, ne ho applicato nella parte in abbondanza.
La uso nella ricetta per lo scrub del corpo aggiungendo al gel olio di oliva e sale, si avranno duplici risultati: esfoliazione e levigazione della pelle del corpo.
Ultimamente ho saputo che è funzionale anche contro la forfora ed infatti sto provando da un paio di settimane, visto che soffro del problema, strofinando sul cuoio direttamente, lasciando agire e lavando completamente , mi sono ritrovata ad avere meno sensazione di prurito.
E’ portentosa anche durante l’inverno contro la secchezza e l’arrossamento delle mani, in questo senso vi aiuta anche per eventuale couperose al viso.
E’ in mio supporto dopo la ceretta. di solito devo attendere un pomeriggio intero per eliminare i puntini rossi che si creano, invece utilizzando l’aloe la pelle si schiarisce quasi immediatamente.
Ho una macchia scura sopra le labbra a causa di una lampada solare, sto trattando la parte da 4 mesi con l’aloe :dire che anche in questo senso sto raggiungendo ottimi risultati.
Ho imparata da mia cugina a fare anche il succo e lo sciroppo di aloe vera, un ottimo drenante e lassativo naturale al 100%
Succo:si separa il gel dalla corteccia, cercando di estrarre la polpa, la quale va frullata e conservata nel frigo. Si può assumere giornalmente da sola o in aggiunta a bevande come succhi di frutta. Da consumare entro 15 giorni. Considerando che normalmente una bottiglia da mezzo litro costa commercialmente sui 10 euro, quindi molto meglio farla in casa, economica e naturale.
Sciroppo: bisogna aggiungere altri ingredienti come il miele e rum, frullando il tutto e lasciando in conservazione nel frigo. Va assunto un cucchiaio tre volte al giorno.
I benefici nell’uso alimentare sono tanti:aiuta digestione ed intestino, le gengive in caso di arrossamento e sanguinamento, aumenta le difese immunitari, apporta minerali e vitamine importanti per l’organismo.
Una vera e propria pianta del miracolo.

QUANDO PIANTARLA E COME CURARLA.
Il periodo migliore per la moltiplicazione è FRA MAGGIO-AGOSTO, ha bisogno di una dimora calda e asciutta, in estate è sufficiente innaffiarla una volta a settimana, mentre in inverno non necessita di acqua.
L’acqua va versata lentamente direttamente sul terreno. Non bagnate le foglie
Nessun intervento di potatura, invece, interessa le Aloe Vera. Se diventa necessario per via delle foglie secche, dovete recidere le foglie più prossime alla base.
L’Aloe vera deve essere rinvasata annualmente o ad anni alterni. Con il rinvaso si cambia il vaso utilizzandone uno più grande.
La pianta in foto si riferisce alla mia dimora estiva, nella quale sono attualmente.

Nomi popolari:
aloe vera,
aloe,
pianta che brucia,
giglio del deserto,
fiele di elefante.
Nomi latini:
Aloe vera,
Aloe barbadensis.


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One Reply to “Aloe: un supporto di bellezza e benessere!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.