In Time recensione film

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In Time recensione film

Ho visto questo film di Andrew Niccol un pò di tempo fa e sinceramente è stato bello ma mi ha turbata tanto. Ancora adesso, pensandoci , mi rendo conto come l’umanità, anche in assenza di moneta, ma con la presenza di altro strumento come il baratto, deve ogni giorno combattere per sopravvivere!
Vorrei farvi una breve trama per capire insieme la mia angoscia.

IL FILM: CORNICE E TRAMA
In un IMPROBABILE futuro, viene utilizzato il tempo come moneta di scambio.
In che modo: le persone , appena giunte all’età di 25 anni, si vedono azionare sul proprio avambraccio un timer fluorescente con in regalo un anno di vita.
Tutto cio’ che acquisteranno necessario alla propria sopravvivenza, sarà pagato con tale anno, il modo in cui viene eseguito l’addebito è introducendo il braccio nello scanner ogni volta(braccio uguale a bancomat). Quindi lavorano e vengono pagati con l’accredito del tempo stesso.
Cosa succede: muori quando il timer si azzera. Fra loro , unendo gli avambracci, lo possono scambiare per aiutarsi in famiglia. Tipo”Mamma devo fare la spesa, mi passi un’ora?”
Naturalmente anche i giorni vissuti vengono conteggiati nel timer!
In questo modo tutta la gente rimane all’età di 25 anni e quando s’incontrano le famiglie non si riesce a capire chi potrebbe essere il padre, la madre i figli. Assurdo!
I poveri muoiono, combattono ogni giorno “Correndo sempre contro il Tempo”. I ricchi sono coloro che hanno secoli, ma non vivono, devono essere accompagnati sempre da Bodyguard , in quanto esistono anche i rapinatori del tempo e le guardie che controllano e monitorizzano tutto tramite un computer nella centrale.
Per morire i ricchi devono fare una sciocchezza: ad esempio giocarsi tutto a poker.
Mantengono i propri figli regalando loro anni per i compleanni!
Inizialmente non stavo riuscendo a recepire il valore effettivo contabile di tale moneta, nello stesso modo quando abbiamo subito il cambio da lire in euro, ma pian piano mi sono addentrata.
Un caffè viene pagato quattro minuti, una telefonata equivale un minuto, una bolletta a un mese, un auto di lusso a 59 anni e cosi, via!
Similitudine: “Una persona ha 100 euro, va al supermercato e puo’ spenderli tutti per fare una spesa per vivere un mese. Una persona ha 100 minuti, ma NON PUO’ SPENDERLI TUTTI, altrimenti potrebbe morire!
Quindi da una parte vedi la gente del ghetto che corre sempre per risparmiare minuti e che va alla banca della beneficenza, dall’altra i ricchi che vivono in un altro quartiere barricati!
Una persona deve svegliarsi presto per risparmiare o deve stare attenta a non ammalarsi, altrimenti rischia la vita, non puo’ permetterselo!
Mi ha fatto pensare in un certo senso al film” Benvenuti al nord”, dove il direttore delle poste conteggia quanto ore si perdono in un anno per le pause , il caffè, la sigaretta e attua un piano di recupero.La descrizione del Nord evidenzia come la gente, confronto al Sud, è sempre di fretta.
Le rapine alle banche del tempo sono una vera e propria figata!
I ricchi invece di avere nella propria cassaforte denaro liquido, hanno uno scanner tipo il lettore dei codici a barre dove c’è un milione di anni!
Da non credere. Quando ne hanno bisogno lo accreditano sul polso.La storia ruota intorno a due protagonisti, (Interpretati da Justin Timberlake e Amanda Seyfried) che diventano i ladri di eccellenza di questo prezioso strumento di vita: rapinatori nelle banche del tempo! Lui entra in possesso da un suicida di un secolo di vita e da qui una corsa contro le guardie in compagnia di una ricca ereditiera.


Secondo me questo è vivere sotto stress mentale in continuazione, una vera e propria lotta per la sopravvivenza, la legge del piu’ forte in natura, un moderno capitalismo.
Se dovessi pagare con il mio tempo tutto, penso proprio che perderei tanti vizi materiali.
Una vita a doppio senso assurda.Mi è venuta angoscia solo al pensiero di vivere in un mondo del genere., Anzi sopravvivere!
Guardavo il film meravigliata e ogni tanto spalancavo la bocca e gli occhi come per dire: NOOOO!
Alquanto originale, mai vista una pellicola simile, anche gli attori sono discreti.
Lo considero un genere fantasy-action – movie: non mancano gli inseguimenti, le sparatorie , il movimento in genere in un futuro irreale!
Bisogna seguirlo attentamente dall’inizio altrimenti rischi di perderti e non capirci niente.Paradossalmente identifica l’attuale crisi economica, dove molta gente sta realmente combattendo per vivere!
Se non fosse per la moneta di scambio, sembrerebbe una pellicola ambientata ai nostri giorni, in quanto di strano c’e’ solo questo, il resto, l’ambiente , la società in genere è uguale!Un film che ha anche un contenuto politico a questo punto.
La presenza di un problema sociale attuale e veritiero!

Non avere la possibilità di trascorrere una giornata per rilassarsi, per fare una passeggiata, perchè non è possibile
Molte volte ci è venuto di dire”Stiamo sprecando il nostro tempo per…..”, senza capire che è davvero importante.Non si acquista, quello perso è andato,
Ho letto questa frase, :
“Un grande uomo, un giorno scrisse: “Certi momenti ci vengono portati via, altri sottratti e altri ancora si perdono nel vento. Ma la cosa più vergognosa è perder tempo per negligenza.( copiata da internet).”
Ci fa pensare! Non credo che ci sia qualcuno che dà il giusto valore al tempo perso, trascorso o a quello che ha davanti
In un mondo cosi’ credo che non riusciremmo neanche ad avere il piacere di fare una semplice chiaccherata!

Citazione di Seneca:
“Dunque, […] metti a frutto ogni minuto; sarai meno schiavo del futuro, se ti impadronirai del presente. Tra un rinvio e l’altro la vita se ne va. Niente ci appartiene, […] solo il tempo è nostro. La natura ci ha reso padroni di questo solo bene, fuggevole e labile: chiunque voglia può privarcene. Gli uomini sono tanto sciocchi che se ottengono beni insignificanti, di nessun valore e in ogni caso compensabili, accettano che vengano loro messi in conto e, invece, nessuno pensa di dover niente per il tempo che ha ricevuto, quando è proprio l’unica cosa che neppure una persona riconoscente può restituire. [—] È troppo tardi essere sobri quando ormai si è al fondo. Al fondo non resta solo il meno, ma il peggio.”

Il dvd, se volete acquistarlo, lo troverete su internet ad un prezzo  € 13,00, il blue ray a € 20,00

Ultima cosa importantissima: RICORDATE CHE IL TEMPO E’ DENARO!ah ah
Cercate di cogliere l’attimo fuggente e saperlo gestire.


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.