Biancaneve e Il Cacciatore film

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Biancaneve e Il Cacciatore film

BIANCANEVE E I SETTE NANI
La versione attualmente conosciuta è quella scritta dai fratelli Grimm. La trama è quella in cui una regina si ferisce un dito, la cui goccia di sangue cade nella neve e pensa al nome della possibile bambina che avrà “Biancaneve”.

La seconda moglie del re è una strega che odia la bellezza di Biancaneve, pertanto manda un cacciatore ad accompagnarla nel bosco e ucciderla, portandole indietro il suo cuore. Ma lui non ha il coraggio, la lascia libera e lei si rifugia presso una capanna con sette nani. La strega scoprirà tutto e trasformandosi in una vecchietta le offre una mela avvelenata. La principessa si risveglierà grazie al bacio di un principe e la cattiva morirà sotto le mani dei nani precipitando nel burrone.
Esiste un’altra fiaba dei fratelli Grimm in cui la protagonista si chiama : Biancaneve e Rosarossa.
Leggendo su internet ho scoperto inoltre che sono state fatte delle ricerche, in quanto si pensa che la storia si sia inspirata a fatti realmente accaduti, naturalmente con cornici fiabesche che si sono create da bocca in bocca. Ma alla fine, ricordiamo come nelle vicende di storia, sia esistito il veleno per eliminare personaggi scomodi, come re o regine o innamorate di posizione diversa( Margaretha von Waldeck).
Potrebbe essere la storia di chiunque……

BIANCANEVE E IL CACCIATORE
E’ un film del 2012 diretto da Rupert Sanderse interpretato da Kristen Stewart, Chris Hemsworth, Charlize Theron, Sam Claflin e Bob Hoskins .Rimodernizzato in una chiave più combattiva.
Biancaneve è la figlia di Re Magnus e della Regina Eleanor. Alla morte della regina, il re s’innamora di Ravenna, che salva dall’Armata Oscura, ma capiremo che è tutto un tranello, in quanto lei è la strega , capo di tale armate. La bellissima Ravenna, uccide il re durante la prima notte di nozze e cerca di impossessarsi del castello: una parte della popolazione riesce a scappare, ma Biancaneve , che è un’adolescente, viene catturata e rinchiusa nella torre!
La regina cattiva diventa la padrona utilizzando i suoi poteri, ma ogni volta che lo fa, aspira l’anima delle belle fanciulle del villaggio per rubare la bellezza che diminuisce con l’uso appunto della magia: escono le rughe!
Le rapisce per utilizzarle dopo i suoi malefici (Altro che acido ialuronico ah ah ah ). Loro non muoiono, ma acquisiscono la vecchiaia e la regina preserva l’immortalità della sua bellezza. E’ aiutata da un fratello malvagio, ma sembra odiare tutti gli uomini a causa della sua adolescenza, periodo durante il quale riceve i poteri grazie ad un incantesimo _”Dal sangue della più bella ha ricevuto i suoi poteri, dal sangue della più bella l’incantesimo può essere spezzato_” Ha sempre vissuto per vendicare la distruzione del proprio popolo a causa di un re feroce e sanguinario.
Non è lo specchio a cui si rivolge , ma uno scudo magico dorato con voce maschile che riflette la sua immagine e finchè lei è la migliore i poteri saranno sempre forti! Lo scudo prende anche sembianze umane, senza volto, diventando un liquido!
Un giorno Ravenna si rende conto che i propri poteri stanno diminuendo, il motivo è Biancaneve, che è cresciuta e sta diventando più bella, ma se la regina la uccide e mangia il suo cuore, (non serve aspirare l’anima come le altre), tutto si risolve.
Questa volta Biancaneve non è la fragile principessina in quanto riesce a scappare da sola dalla prigionia in cui era stata rinchiusa. Durante la fuga sul cavallo dimostra fierezza nello sguardo, fortezza d’animo e di combattimento, coraggio per i rumori del bosco ( non sviene). Lei si difende lotta e reagisce! Comprende come la natura, in quegli anni, si sia ribellata e sottomessa alla cattiveria del regno. Nella foresta oscura aleggia magia nera , luogo in cui la regina non ha potere, per questo ingaggia un cacciatore ubircaco giovane e bello , promettendo una vita per una vita: se le porta il cuore di Biancaneve, riporterà in vita la sua giovane moglie .
Esiste anche il “classico Robin Hood: l’amico d’infanzia di Biancaneve che ruba e attacca le guardie dell’armate: William, figlio del Duca, il quale dovrebbe rappresentare il principe, ma andiamo adagio!
Erik,(il cacciatore) trova Biancaneve, ma dopo aver scoperto che la moglie non può essere riportata in vita, decide di aiutare la ragazza, portandola fino al castello del Duca. Raggiungono un villaggio abitato da donne sfregiate, questo per non essere belle ed evitare quindi il rapimento: protette dalla sfigurazione. Ma il villaggio viene attaccato e scappano nella foresta: finalmente incontriamo i nani,( 8) i quali non sono minatori, ma vivono in un angolo incantato di pardiso verde, preservato dalla cattiveria, pieno di fate: il santuario. Qui Biancaneve viene prescelta dal cervo bianco . Uno dei nani rivela che lei è la sola in grado di sconfiggere Ravenna e di mettere fine al suo regno di terrore . Nel frattempo William, saputo della sua fuga, continua cercarla e il cacciatore la inizia all’arte della guerra.
Ma la regina, sotto l’aspetto del Duca, riesce a portare la mela avvelenata e lei si addormenta.
Non sarà il bacio di William a svegliarla…………e quando questo succede capeggia le armate contro la strega.

MIE CONSIDERAZIONI
Nel presentare questo film sono stati piuttosto furbi, in quanto hanno mostrato un trailer in cui Biancaneve è una guerriera, ma effettivamente e materialmente non fa grandi combattimenti tranne che nella conclusione, viene rappresentata più che altro la sua fortezza d’animo nel finale! Le musiche di sottofondo sono state belle, hanno dato tensione media e i fotomontaggi, paesaggi, colori erano meravigliosi. Gli attori scelti perfetti ,sono riusciti a equilibrarsi nelle parte. Secondo me, nessuno ha dominato sull’altro, anche se alcune critiche dicono che il personaggio della regina ha offuscato ma non è vero. La Stewart ha saputo pareggiare e reggere il confronto con la bellissima Theron. Mi sembra una favola in chiave Horror. Una principessa debole nelle storie del passato che finalmente si riscatta!
Anche se la trama e i personaggi sono simili in tutte le narrazioni, questa volta è donna la protagonista che salva il regno e invece di scegliere il classico bello e ricco si avvicina di più nella realtàdimostrando che il suo cuore è legato a colui che ha saputo reggerla, aiutarla e farla emozionare. (Basti pensare che durante le riprese il film è stato retroscena di tradimenti amorosi della Stewart)
Il film funziona, scorre veloce e cattura l’attenzione del pubblico, la sceneggiatura è ben scritta, non è banale! Inoltre con un ottimo cast alle spalle non delude . Non viene evidenziata troppo la storia d’amore , niente a che a vedere con Walt Disney. Vi è la presenza di mitologie come il cervo bianco e i trool.
Gli elementi principali sono l’invidia, la bellezza innata e quella ricercata a tutti i costi, la lotta del bene contro il male.


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.