Air Wick FreshMatic Max

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Air Wick FreshMatic Max

PREMESSA: COME L’HO CONOSCIUTO
Un giorno entrando in ufficio percepiamo tutti un brutto odore che si diffonde nell’aria. La causa di questo era la posa della macchinetta elettrica del caffè che non era stata pulita nella settimana quindi durante il week end aveva provocato questo. Nonostante avessimo chiamato il ragazzo per svuotare il secchio adibito alla raccolta e lasciato le finestre aperte per varie ore, ormai l’aria dell’ambiente si era impregnata diventando molto fastidiosa per noi e anche una situazione imbarazzante nei confronti dei nostri clienti che entravano ed uscivano dall’ufficio.
Il giorno dopo arrivata l’ora del mio arrivo, questo orribile cattivo odore era scomparso e al suo posto si sentiva una fragranza floreale e magnifica.
Ho pensato che la titolare avesse chiamato la signora delle pulizie per lavare il pavimento e dare una rinfrescata generale, ma sentivo sempre questo buon profumo che a tratti o a momenti diventava più forte.
Inoltre c’era da pensare che qualsiasi lavaggio avrebbe potuto fare, la “puzza” è sempre difficile da far scomparire!
Alla fine incuriosita ho chiesto da dove provenisse e la mia boss mi ha mostrato che in un angolo del grande ufficio aveva posizionato un “distributore” di fragranza, Air Wick Fresh Matic Max, che a momenti appunto dava uno spruzzo profumato.

IL MIO NASO
Io ho un olfatto molto percettivo, spesso anzi troppe volte litigo con mia madre che inonda la casa di fritture nelle tarde ore di sera, oppure giornalmente lavo il giardino dove gironzolano tanti gatti, nonostante fumo non amo sentire la sigaretta in casa..sono molto fastidiosa in questo senso, anche durante L’ inverno mi piace aprire le finestre per dare aria all’ambiente, in quanto odio la puzza di chiuso, questa è anche un ‘ ottima soluzione antibatterica.
I cattivi odori si possono manifestare anche in ogni angolo della casa:dalla scarpiera, alla lettiera del gatto, fino al frigorifero e alla cantina.
Di solito ho sempre cercato di risolvere in determinati punti con rimedi naturali; nel frigo vi è il cibo, pertanto uso aromi naturali cercando di inserire bastoncini di vaniglia o limoni aperti, ma ho scoperto che sono buoni anche i chicchi di caffè.
Altro invece sono gli angoli “morti” e per questo ho inserito nelle varie prese di casa dei diffusori di profumo elettrico che però non mi convincono oppure non sento proprio l’odore che dovrebbero dare, infatti ho sempre a portata di mano uno spruzzatore normale e ogni tanto passo tutta la casa o singole stanze, compreso l’ambiente antistante all’entrata di casa.

Proprio per questo dopo aver sentito Air Wick Fresh Matic Max, ho deciso di andare a comprarne uno per me..
Quando mi sono recata ad un negozio specifico per la vendita igiene casa-persona ed ho visto che il prezzo era scontato Euro 5,90 compreso con una ricarica spray, ne ho comprati ben tre! Il prezzo pieno di listino invece di aggira sulle Euro 8,90.
Ma di cosa si tratta?

LA MIA PROVA
E’ uno spray automatico progettato per diffondere in tutta la casa fino a 60 giorni di fragranze.
Si presenta con un design semplice, a me assomiglia ad un piccolo vaso o sopra mobile, alto circa 20 cm, tubolare, ma la parte di sopra si apre come una corolla di fiori. Interamente di plastica bianca si può tranquillamente posizionare o camuffare su qualsiasi mobile insieme ad altri oggetti, non cade all’occhio umano, sembra appunto un altro oggetto posizionato per abbellimento. Dalla parte davanti c’è un piccolo foro da dove fuoriesce la fragranza.
Nella parte posteriore invece abbiamo una rotella da dove si può regolare l’intensità della fragranza scegliendo tra doversi intervalli di tempo pre impostati.
Da qui mi sono resa conto che posizionando la manopola al massimo, lo spray non dura 60 giorni, ma la metà, in effetti con una regolazione minima abbiamo un così lunga durata.
La durata è così descritta:
manopola al minimo con spruzzo ogni 9 minuti: fino a 15 giorni
manopola al minimo con spruzzo ogni 18 minuti: fino a 30 giorni
manopola al minimo con spruzzo ogni 36 minuti: fino a 60 giorni

Sotto la manopola è presente un ulteriore foro che ti permette di appenderlo comodamente dove vuoi, effettivamente questa parte è liscia quindi si mantiene ben dritto sul muro. Nel set è compreso una vite per il montaggio a parete.
Sulla parte quasi superiore invece c’è una specie di levetta che abbassandola ti permette di aprire questo supporto al cui interno inserisci la ricarica spray e due pile stilo che portano al funzionamento.
Le pile sono integrate nel primo acquisto e sono abbastanza durevoli. Sono trascorsi quasi tre mesi e sono ancora funzionanti.
Le ricariche spray disponibili sono tante:fresia bianca e gelsomino, lavanda, vaniglia e thè bianco, agrumi, seta preziosa e orchidee orientali, freschezza di lino e lavanda bianca, morbida seta e fiori di luna, corallo oceano blu, verde lime tropicale.
Ognuno ha un prezzo di circa Euro 4,00. Una ricarica da 250 ml contiene fino a 2.500 getti di fragranza.
Per inserire una ricarica è piuttosto semplice: basta spegnere l’unità, (mi raccomando lontano dal viso), si apre il supporto abbassando la levetta, si estrae la vecchia ricarica e s’inserisce ad incastro la nuova. L’ugello dell’erogatore deve essere rivolto verso la parte anteriore del dispositivo, in effetti una volta chiuso lo sportellino basta controllare di vedere l’ugello nero dell’erogatore attraverso il foro da cui fuoriesce lo spray.
Questo meccanismo è permesso da una levetta rossa che quando arriva il momento dello spruzzo si abbassa per esercitare pressione.
I set che ho comprato io avevano di base la ricarica Fresia bianca e gelsomino, un bellissimo odore di floreale misto al dolce che dona all’ambiente un profumo di fresco e pulito e devo dire che mi piace tantissimo.
Successivamente ho comprato quello alla Lavanda in fiore che dovrebbe infondere un senso di calma , pulito e rilassante, grazie anche alla presenza dei fiori di camomilla, ma devo essere sincera questa ricarica non mi piace, perché dona una percezione troppo chimica, come se avessi realmente spruzzato un profumo, mentre quella al gelsomino infonde un odore naturale di pulito come se avessi invece dato una rinfrescata lavando.
Io ne ho comprati tre perché ho una casa grande in lunghezza, pertanto ne ho posizionato uno nel corridoio di entrata, un secondo nel salone centrale e l’altro in cucina sul camino.
Ogni tanto uno lo faccio “viaggiare” durante il giorno nelle varie camere.
Di solito l’imposto al minimo, questo vuol dire uno spruzzo ogni 36 minuti e il profumo aleggia nell’aria in modo persistente.
Se ricordo la notte li spengo portando la manopola all’ultimo puntino, per poi riaccenderli al massimo la mattina.
Se mia madre cucina pasti puzzolenti oppure fritture, posiziono al massimo lo spruzzo della fragranza.
Air Wick Fresh Matic Max diffonde automaticamente la fragranza per tutto il giorno con getti continui e regolari, in modo da ottenere un livello di profumazione costante dall’inizio alla fine della ricarica.
La scorsa settimana la mia inquilina del piano di sopra ha fatto cadere all’entrata del portone una bottiglia d’aceto, bruciando il marmo, ma lasciando un brutto odore persistente. Posso capire che l’aceto è ottimo per pulire i pavimenti, ma solo poche gocce, in tale quantità mostra brutti odori evidenti che non sono riusciti ad andare via nonostante abbia lavato varie volte l’ingresso.
Per questo ho deciso di lasciare fisso sui gradini un air wich ed ora non si sente più la puzza di aceto , ma solo una leggera fragranza piacevole.
L’unico inconveniente è il rumore che fa lo spray al momento dell’erogazione; si sente in vicinanza un qualcosa (il dischetto rosso) che esercita pressione sull’erogatore, ma successivamente lo spruzzo è accompagnato da un “fssssss”. Per me che sono a conoscenza della sua presenza ormai non evoca paure ma invece…vi voglio raccontare un episodio divertente.
Uno dei primi giorni che ho comprato questi set, è venuto a cena mio fratello con la sua famiglia.
Il mio nipote adolescente è abituato, dopo mangiato, di andare nella stanza di mia nonna e trascorrere la sera al pc o messaggiando (gli adolescenti di ora!!!).
Ad un certo punto mi arriva un sms al mio cellulare, io ero in cucina e quando leggo che proveniva da mio nipote che si trovava qualche camera in giù e mi chiedeva aiuto: “Zia per piacere vieni, ho paura, c’è qualche animale nel corridoio, son sicuro che è un serpente”, sono scappata con paletta di ferro alla mano insieme a mio fratello e con un terrore enorme.
In camera ho visto lui che si era preso i gatti per paura e li aveva messi in braccio, perché sentiva a intervalli regolari un fsssss inquietante ed era sicuro che ci fosse un serpente nel corridoio, era bianco un cadavere e impaurito, io ero diventata di pietra, ma quando abbiamo sentito di nuovo il rumore lui ha spalancato gli occhi e detto “Eccolo”…..Ma quale eccolo…era lo spray!!!!!!!!
Io mi son fatta grandi risate e lui mi ha detto delle parole colorate quando gli ho spiegato il motivo.
Comunque effettivamente chi non conosce la presenza in casa dell’erogatore, può sbagliarsi e confonderlo con il verso di serpente.
Per il resto è davvero eccellente!


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.