12 anni schiavo film

Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

12 anni schiavo  film

TRAMA

12 anni schiavo film è ambientato in America prima della guerra civile e narra la storia realmente accaduta di  Solomon Northup (interpretato da Chiwetel Ejiofor).

Egli è uomo di colore nato libero che viveva con la sua famiglia nello stato di New York, in un periodo pericoloso, quando ancora la schiavitù era all’apice.

Ma con una scusa , attraverso una proposta di lavoro che lo portava a suonare con il suo violincello, viene rapito e venduto come schiavo, allontanato dalla sua famiglia!

Subisce la rabbia e cattiveria di padroni vigliaccamente deboli o dannatamente degeneri, e  avanza nel cuore oscuro della storia americana provando a restare vivo, anzi provando a sopravvivere senza perdere la dignità.

Viene mal trattato, mal nutrito, frustato ma lui si alza ogni mattina con il cuore a pezzi ma forte nello spirito, cerca di non cadere nella depressione o malattia.

Per il protagonista è un vero e proprio viaggio che dura ben 12 anni nella crudele realtà della schiavitù, una condizione non solo fisica, ma anche mentale, in quanto sono considerati oggetti di proprietà ai quali si può fare quello che vuole.

Alla fine riesce ad ottenere aiuto…ma non sarà più l’uomo di una volta.

Steve McQueen, in collaborazione con John Ridley, scrive una sceneggiatura molto particolare, non con grandi effetti scenici, ma riesce a catturare gli animi e le condizioni.

RECENSIONE

un uomo dispera di ritrovare la propria libertà, rassegnandosi giorno dopo giorno alla schiavitù, sopportando torture fisiche e psicologiche sulla carne e nell’anima, che il padrone di turno vuole annullare.

Ma i suoi occhi si abbassano davanti al padrone, ma quando è solo li alza fieramente come se non si fosse del tutto rassegnato, ma gli si vede la morte dell’anima, la sofferenza.

Un film che ho visto senza parlare, completamente in silenzio ad assorbire e pensare a tutte quelle sofferenze di schiavitù subite nel passato.

Negli Stati Uniti il razzismo ha mostrato il suo lato più feroce.

Steve McQueen, in collaborazione con John Ridley, scrive una sceneggiatura molto particolare, non con grandi effetti scenici, ma riesce a catturare gli animi e le condizioni.

Anche se vedo gli artisti recitare in modo molto piatto, sembra un lungo cortometraggio.

L’Oscar non va al regista, attori, scenografi, musica, film, ma bensì alla lunga tortura che ha subito questo popolo in passato.


Condividi questo articolo
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One Reply to “12 anni schiavo film”

  1. hello!,I really like your writing very much! percentage we be in contact more aplioxrmatepy your article on AOL? I need a specialist in this area to solve my problem. Maybe that’s you! Taking a look ahead to see you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.